Il mondo della progettazione si presenta e presenta nuovi concept dove biofilia, neuroscienze e sostenibilità aprono nuovi traguardi all’hospitality.

Si sono tenute a Rimini la scorsa settimana TTG SIA SUN, manifestazioni di riferimento per il turismo, il mondo dell’hotellerie e la vita all’aria aperta. SIA quest’anno ha visto la presentazione del format  Regeneration! The Hospitality Design District dove otto architetti, coordinati da Laura F. Verdi, hanno allestito gli spazi nei quali raccontarsi e raccontare il loro approccio al mondo dell’hospitality. Chi ha allestito lo stand realizzando un concept di camera d’hotel, chi di una concierge, chi una sala di meditazione o presentando mood ecosostenibili rimarcando i trend del momento e anticipandone di nuovi.

Massimo Mussapi presenta il nuovo brand ORA PURE MINDFULNESS che prevede la realizzazione di una stanza per la meditazione realizzata secondo principi orientali ma contestualizzata nel contemporaneo occidente. Poltrone in multistrato dalle forme avvolgenti per isolarsi ispirati dalle immagini riprodotte da un magic mirror immersivo e ipnotico. Alle pareti tante formelle di materiali diverse nei quali perdersi senza focalizzarsi su nulla e quindi perdersi nella meditazione.

Mammut Architetti, lo studio veneziano composto da Simone Brigolin, Elena Colonnello, Gabriel Laghi, propone un tema con il letto vis à vis al centro: grande, accogliente, non solo per dormire, diventa un’area lounge. Gli scenari evocati sono quelli dell’immaginario italiano, paesaggi balneari, forme dell’architettura classica che si stemperano in atmosfere slow. Il tutto caratterizzato dal fresh touch, pay off dello studio.

Ovre.design, di Giulia Delpiano e Corrado Conti, racconta con eleganza il concetto di hospitality, tra oggetti di arredo custom tutto su misura e piastrelle disegnate dagli architetti, con trompe l’oeil di finestre classiche che giocano con l’ambiente sui toni dell’azzurro. “Lo spazio è l’illusione che se ne dà”, diceva Carlo Scarpa.

Fragment Architecture , Sara Righetto, Leonardo Pugin, Cristiano Loberti, Mauro Tonello e Nicola Di Pietro, in uno stand informale raccontano la loro multidisciplinarità insieme a SantacroceDDC, l’agenzia di comunicazione specializzata in progetti di comunicazione trasversali. Nell’occasione è stato presentato il concept di una camera completamente accessibile studiata in collaborazione con Roberto Vitali di V4A.

Alessia Galimberti con la sua cifra elegante realizza un concept accogliente nel quale trovarsi a proprio agio, fatto di pouf e cuscini che giocano tra il verde e il blu, lampade decorative e pannelli materici e riflettenti. Le tonalità di base sono chiare, con oggetti di arredo che si staccano dallo sfondo. “Lo spazio è come una bella donna da vestire, cambiando gli accessori a secondo delle occasioni”.

Il progetto #STAYGREEN ideato da WIP Architetti nasce con l’idea di sposare una filosofia interamente sostenibile reinterpretando e riadattando gli spazi dell’ospitalità tradizionale con l’obiettivo di anticipare le esigenze dei viaggiatori di domani, sempre più sensibili ai temi ambientali. Il concept di eco-hotel viene declinato in una struttura completamente sospesa su pilotis, con grandi affacci sulla natura incontaminata.

Garibaldi Architects , in collaborazione con Frassinago e Carimati, racconta i propri valori riposizionando al centro l’essere umano e le sue necessità. Dove bellezza, accoglienza ed equilibrio, oltre che il ritorno all’essenzialità, vengono percepiti come una nuova dimensione del lusso contemporaneo. Il tutto realizzato dal saper fare dell’eccellenza artigiana italiana. Anche per Alessia Garibaldi le scelte sono ecosostenibili, materiali naturali, plastic free, design biofilico e la percezione dello spazio affidata a tutti i sensi.

Sostenibile anche Massimo Iosa Ghini che, con il brand Design Club Collection, presenta il progetto del nuovo Starhotels E.c.ho Bologna ma anche una nuova realizzazione di apart hotel sempre a Bologna, un connubio tra qualità e design. “Il risultato è l’armonica simbiosi tra un involucro edilizio di qualità e un interior di livello alto e accurato”.

ph. in evidenza by Sarah Pflug from Burst