Abaco è un innovativo e nuovissimo strumento in cloud per il controllo di gestione in hotel, che promette di monitorare ogni dettaglio e risparmiare. Ne parliamo con i suoi ideatori.

Nato dall’esperienza di consulenti operativi, Abaco è un software che permette all’albergatore di scoprire e monitorare i costi della struttura, da quelli alimentari alle utenze, passando per quelli relativi allo staff e ai servizi. È possibile scorporarli e analizzarli nel dettaglio per capire come risparmiare.

Abaco utilizza l’USALI (Uniform System of Accounts for the Lodging Industry), il metodo di classificazione dei costi delle catene alberghiere americane, che consente di analizzare costi e ricavi per centri di costo e di ricavo.

Ne abbiamo parlato con gli ideatori e responsabili dello sviluppo strategico, i consulenti Fabrizio La Volpe e Andrea D’Angelo.

Quali vantaggi può trarre l’albergatore dall’utilizzo di questo software?
Innanzitutto Abaco consente di scoprire quali sono i costi della struttura nel dettaglio, tenere sotto controllo costante le spese e imparare, finalmente, a risparmiare riducendo i costi.

E in cosa si differenzia rispetto ai software già esistenti?
Sicuramente nella personalizzazione, aspetto sul quale ci siamo soffermati molto in fase di sviluppo strategico. Possiamo dire che il livello di personalizzazione sia estremo. Ogni singolo reparto è analizzato fin nel minimo dettaglio per arrivare a comprendere se siano in atto degli sprechi e dove convenga investire. Con Abaco è possibile confrontare periodi e stagionalità, individuare le best practice e, in generale, mettere in atto una grande profondità di analisi. Per ogni categoria, per esempio, è possibile aggiungere moltissimi dettagli che si intendono monitorare.

Qualche esempio concreto?
Sarà possibile comprendere alla perfezione quanto si stia guadagnando e in quale reparto, avere una panoramica sui profitti di ogni singolo reparto. Per esempio, valutare nel dettaglio la profittabilità di colazione, spa, bar e di tutti i servizi offerti.

Ma l’albergatore non dovrebbe essere già al corrente di queste infomazioni?
In teoria sì, però Abaco non soltanto è in grado di velocizzare i processi di analisi, ma anche di capire a fondo di quanto, per esempio, un reparto sia in perdita e quali siano le azioni migliori per implementare gli utili di un determinato periodo. Il supporto non è soltanto analitico, ma anche strategico.

L’hotel dovrà assumere del personale per la gestione del software?
No, assolutamente. Sarà sufficiente inserire le fatture. Si tratta di un lavoro di data-input di grande facilità. Basta un’ora al mese di lavoro per avere a disposizione il monitoraggio di moltissimi dati che poi andranno interpretati e messi a disposizione di nuove strategie.

È utile anche a hotel con un numero di servizi limitati?
Certamente. Tutti hanno bisogno di comprendere al meglio i costi e i propri ricavi per sapere dove e come investire. Il software, come detto, è altamente personalizzabile e adatto a ogni tipo di struttura.

Anche per le catene alberghiere?
Sì. Abaco ha proprio la particolarità di poter dividere i costi della catena per le singole sedi di competenza.

Il servizio è già disponibile? E quali sono i prossimi step?
Sì. Abbiamo già oltre cento strutture da settare e il sito è pronto anche in lingua inglese per poterci aprire al mercato internazionale